Lasek Torino

Avete mai sentito parlare della tecnica Lasek e della sua funzionalità? Sapete di cosa si parla e siete residenti nel torinese? Nessun problema, se la Lasek Torino è ciò di cui avete bisogno, non esitate: la tecnica Lasek Torino rientra nella chirurgia refrattiva, e funziona associando al laser un’operazione molto delicata di scollamento dell’epitelio, che verrà successivamente riposizionato sulla cornea dopo il trattamento.

La Lasek Torino può essere considerata una sorta di sviluppo della tecnica Prk, un tentativo di migliorarla, integrandola con i principi della Lasek: nella tecnica Lasek Torino si mantiene integro l’epitelio che, anziché essere asportato, viene disgiunto dallo strato sottostante, in modo tale da poter essere poi riposizionata dopo aver effettuato il trattamento con il laser.

L’intervento con tecnica Lasek Torino avviene applicando delle gocce di collirio anestetico all’occhio interessato e dopodiché verrà inserito un divaricatore per mantenere aperte le palpebre. Il paziente viene fatto distendere sotto il microscopio del laser, dove il chirurgo effettuerà lo scollamento della pellicina corneale. Al soggetto si richiede di fissare una luce rossa, mentre un dispositivo computerizzato controlla l’allineamento dell’occhio. Il chirurgo azionerà il pedale di funzionamento del laser e con la massima precisione la pellicina verrà poi riposizionata con l’aiuto di una speciale spatola e di una micro spugna, e alla fine della procedura l’occhio verrà medicato con dei colliri antibiotici e antinfiammatori, e verrà applicata una speciale lente a contatto terapeutica molto sottile, dopodiché la procedura sarà terminata.

Per poter osservare i risultati definitivi dell’operazione Lasek Torino sarà necessario aspettare un po’ di tempo, addirittura fino a 6 mesi, periodo durante il quale è fondamentale tenere l’occhio sotto controllo, questo per evitare che si verifichino complicazioni che minino il buon risultato dell’intervento.

Lascia un commento